Chi siamo

Chi SiamoIMG20351024x678

“Il crocifisso non ci parla di sconfitta, di fallimento; ci parla di un amore che sconfigge il male e il peccato”. Papa Francesco

 

Per spiegare chi siamo e perché vi  proponiamo opere d’arte in vetro soffiato, dobbiamo partire dalla nostra storia.

Nel 2005 F.lli Marchesi ha acquistato  la ditta Locati, storica soffieria nata negli anni ’50 e dedita alla lavorazione artigianale del vetro soffiato. La produzione spaziava dagli articoli di laboratorio e medicali (tra cui la famosa  ampolla in vetro soffiato per l’aerosolterapia) agli oggetti più comuni come vasi e bomboniere, e si prestava molto bene anche a creare nuove forme ed oggetti di design.

Nel 2011 avviene l’incorporazione della Locati all’interno della F.lli Marchesi; con tale atto scompare la ragione sociale dell’antica soffieria, ma non il lavoro e la creatività dei maestri soffiatori, che rimangono inalterati nel rispetto della tradizione.

Poi la svolta.

Ad un certo punto della mia vita ho riscoperto la Fede.

In occasione del compleanno di una mia carissima amica, che aveva avuto una conversione straordinaria,  ho pensato di commissionare al nostro maestro artigiano un Cristo  in vetro soffiato, trasparente e senza croce. La prima opera era una forma abbozzata che richiamava un uomo crocefisso; via via si è trasformato fino a diventare quello che è ora.

Nel tempo ho capito che ci sono molte persone che credono in Gesù in maniera meno “evidente” e che magari un crocefisso in casa non lo metterebbero perché con l’arredamento non si accorda, ma un segno, quello si che  lo vorrebbero…

Ecco allora l’idea del Cristo che si “intravede”  e se attraversato dalla luce la cattura e si illumina.

Facendo benedire il “mio Gesù” per proteggere la casa e chi vi abita, mi sono detta:  “Perché non condividere questo segno con altre persone?” .

Tornata a casa, con mio fratello ho iniziato a modellare il Cristo per renderlo ancora più bello e luminoso.

Grazie a queste ultime modifiche è diventato il Crocefisso che può entrare in tutti gli ambienti senza fare “rumore” , senza stonare, rappresentando le persone che vi abitano ed essere, così, un segno tangibile di ciò in cui credono.

La soffiatura del vetro è un arte che rischia di perdersi perché risultato di un lavoro completamente manuale considerato di questi tempi  troppo costoso e poco produttivo.

Oggi la nostra sfida è quella di tornare a far vivere un’arte e al contempo,  riportare nelle case, attraverso un piccolo segno di luce, il crocefisso che ha perso da tempo l’importanza sempre  riconosciuta nella storia.

 

Teodora Marchesi

Back to top